Copertina
Autore Italo Bellina
Titolo Salvis iuribus
SottotitoloIl latino degli avvocati
EdizioneUTET Libreria, Torino, 2005 [1992] , pag. 294, cop.fle., dim. 140x205x18 mm , Isbn 978-88-600-8016-5
PrefazioneVittorio Chiusano
LettoreRiccardo Terzi, 2005
Classe diritto
PrimaPagina


al sito dell'editore


per l'acquisto su IBS.IT

per l'acquisto su BOL.IT

per l'acquisto su AMAZON.IT

 

| << |  <  |  >  | >> |

Indice

Prefazione di Vittorio Chiusano               VII
Nota dell'Autore                               IX

Il diritto                                      3
Disposizioni sulla legge in generale (Preleggi) 7
Il diritto civile                              15
Il codice civile                               17
Il codice di procedura civile                 143
Il diritto penale                             171
Il codice penale                              173
Il codice di procedura penale                 203
Termini e locuzioni ricorrenti                217

Indice delle massime                          245
Indice analitico                              283


 

 

| << |  <  |  >  | >> |

Pagina IX

NOTA DELL'AUTORE



A cinque anni dalla prima uscita nelle librerie di Salvis iuribus, si rende necessaria una seconda edizione: ci sono state, anzitutto, alcune novità legislative che hanno riguardato i quattro codici; il che ha richiesto una revisione generale del libro. Inoltre, ho ritenuto di dover integrare la prima raccolta con altre locuzioni, massime e definizioni che ho ancora reperito, in quest'ultimo lustro, in recenti sentenze e scritti dottrinari, a riprova di quanto il latino sia tuttora vivo nel Foro.

Qualcuno sostiene, poi, che Salvis iuribus abbia risvegliato nei miei colleghi avvocati, e nei magistrati, un vivace spirito di emulazione... Ne sono lieto.


«Manca l'indicazione delle fonti...», qualche recensore della prima edizione ha scritto, e qualche collega mi ha detto. Ebbene sì: manca. Questo libro, infatti, non è né ha mai preteso di essere un testo di Diritto romano, che lascio ai cultori di quella che è tutta un'altra disciplina.

Salvis iuribus è un manuale di Diritto latino. Il che significa che è una raccolta ordinata secondo gli articoli degli attuali quattro codici di massime, brocardi, termini e locuzioni nella lingua che fu di Cicerone, e che ancora oggi sono adoperati da tanti giuristi nei loro scritti, nelle loro sentenze, nei loro atti legali. Perché il latino, con il suo magico potere di sintesi, con la sua aura di solennità, con la sua efficacia espositiva, ancora oggi affascina molti giuristi-latinisti, e tormenta molti giovani giuristi che latinisti non sono.

Appunto ai giovani giuristi questo libro era stato ed è indirizzato, e posso dire che da loro è stato molto utilizzato e apprezzato. E a questi «utenti» del «Diritto attuale in latino» non interessa sapere se una certa massima è stata scritta da Gaio o da Celso, da Modestino o da Ulpiano, da Paolo o da Papiniano.

A questi giovani giuristi-non-latinisti, insomma, non interessa sapere che ha scritto Stare conventis; sarà invece loro utile apprendere che quella frase, magari letta in una sentenza della Cassazione, o in una comparsa avversaria, non significa... andare a farsi frate!

| << |  <  |  >  | >> |

Pagina 3

Il diritto



Honeste vivere                     Vivere onestamente

Neminem laedere                    Non offendere alcuno

Unicuique suum tribuere            Dare a ciascuno il suo

Actus iudicialis potentior est     Un atto giudiziale è più efficace
extraiudiciali                     di un atto stragiudiziale

Actus trium personarum             (Il processo è) un dibattito fra
                                   tre persone distinte (attore,
                                   convenuto e giudice nelle cause
                                   civili: accusa, difesa e giudice
                                   nei processi penali)

Cessante ratione legis, lex ipsa   Venuta meno la giustificazione di
cessat                             una legge, la legge stessa decade

Civilis ratio civilia quidem iura  La razionalità dei cittadini potrà
corrumpere potest, naturalia vero  anche travolgere i diritti civili
non utique                         codificati, ma non altrettanto i
                                   diritti naturali

Contra legem facit, qui id facit   Agisce "contro" la legge, chi
quod lex prohibet; in fraudem      compie un atto che la legge
legis vero qui, salvis verbis,     proibisca; agisce, invece,
legis sententiam eius circumvenit  "in frode" alla legge chi,
                                   rispettandone le parole, ne aggiri
                                   il precetto

Cum minuitur ius alicuius,         Quando si faccia scemare un diritto
consequens est exquiri an          di qualcuno, il minimo è accertarsi
consentiat                         che egli sia d'accordo

Cum prohibetur, prohibentur omnia  Quando una legge proibisca un certo
quae sequuntur ab illo             atto, sono proibiti tutti gli altri
                                   atti che derivano da quello

| << |  <  |  >  | >> |

Pagina 7

Disposizioni sulla legge in generale (Preleggi)




                                           Indicazioni delle fonti - 1

Ubi societas ibi ius               Dove esiste una società umana, là
                                   esiste la legge

Ubi ius ibi societas               Dove esiste la legge, là esiste una
                                   società umana


                                                             Leggi - 2

Lex                                Legge emanata dallo Stato

Praeceptum legis                   Il precetto contenuto in una legge

Salus rei publicae suprema lex     L'interesse superiore dello Stato è
                                   da ritenere una legge superiore a
                                   tutte le altre


                                                       Regolamenti - 3

Infra legem - Extra legem -        Norme (di carattere secondario)
Praeter legem - Contra legem       contenute, complementari,
                                   integrative, contrarie a una legge


                                                               Usi - 8

Ius non scriptum                   Diritto non codificato

Consuetudinis ususque longaevi     La consuetudine e l'uso inveterati
non vilis auctoritas est           non sono di poca autorità

| << |  <  |  >  | >> |

Pagina 171

Il diritto penale



Legis virtus est: imperare,        L'essenza della legge è: ordinare,
vetare, permittere, punire         vietare, consentire, punire

Lex nihil aliud est, nisi recta et La legge altro non è se non un
a numine tracta ratio, imperans    giusto modo di pensare, addirittura
honesta, prohibens contraria       di origine divina, che prescrive
                                   le azioni oneste, e proibisce
                                   quelle contrarie

Iniuria est omne quod non iure fit Atto illecito è ogni azione che si
                                   compia in contrasto con quanto
                                   prescriva la legge

Latius est impunitum relinqui       di gran lunga preferibile lasciar
facinus nocentis, quam innocentem  impunito il colpevole di un delitto,
damnari                            che condannare un innocente

Libertas est naturalis facultas    La libertà è la facoltà naturale di
eius, quod cuique facere libet,    fare ciò che ci piace, se nulla, a
nisi si quid vi aut iure           torto o a ragione, ce lo proibisca
prohibetur

Meminerimus etiam adversus infimos Ricordiamo che anche verso le
iustitiam esse servanda            persone più misere la giustizia è
                                   da rispettare

Nihil est quod timeas, si innocens Non hai alcunché da temere, se sei
es                                 innocente

Non capitur, qui ius publicum      Non si accusa chi rispetti il
sequitur                           diritto pubblico

Non omne quod licet honestum est   Non tutto ciò che è lecito è onesto

| << |  <  |  >  | >> |

Pagina 217

Termini e locuzioni ricorrenti



Ab absurdo                         (Ragionando) per assurdo

Aberratio ictus                    Deviazione del colpo dall'obiettivo

Ab initio                          Dall'origine

Ab intestato                       (Successione da chi è deceduto)
                                   senza aver fatto testamento

Ah irato                           In preda all'ira

Abolitio criminis                  Abolizione di un reato (disposta
                                   per legge)

Absque pactis                      Contrariamente ai patti

Absque sententia                   Al di fuori dell'intenzione

Abusus non est usus, sed           L'abuso non è un uso normale, ma un
corruptela                         deterioramento

Abusus non tollit usum             L'uso illegittimo non toglie il
                                   diritto all'uso

Acceptum                           La cosa ricevuta

Accipiens                          Colui che riceve

A contrariis                       Secondo le tesi contrarie

Actio                              Azione, o domanda, in sede
                                   giudiziaria

| << |  <  |  >  | >> |

Pagina 241

Responsa prudentium                I pareri della dottrina

Rite                               Secondo il diritto (o la clausola)
                                   vigente

Salva lege                         Rispettata la legge (vigente in
                                   materia) - Legalmente

Salvis iuribus                     Fatti salvi tutti i diritti

Satisdatio                         Cauzione - Garanzia - Soddisfazione
                                   del creditore

Scientia decoctionis               Conoscenza dello stato d'insolvenza
                                   del fallendo

Scilicet                           Certo - Ovviamente - Purtroppo -
                                   Cioè...

Secundum conscientiam              Secondo la propria coscienza

Secundum eventum litis             A seconda dell'esito della causa

Sedes materiae                     Luogo interessato ai fatti di causa

Simul stabunt simul cadent         Insieme staranno, insieme cadranno

Sine scripturis valet quod actum   Senza prove scritte, vale ciò che
est, si habeat probationem         si è compiuto, se è dimostrabile

Sine titulo                        Senza una potestà giuridica -
                                   Arbitrariamente

Si premoriar                       Se io morirò prima

Socii mei socius, meus socius non  Un socio del mio socio non è mio
est                                socio

Solo animo                         Soltanto dal punto di vista
                                   psicologico

Stare conventis                    Stare ai patti

Stare decisis                      Uniformarsi alle decisioni già
                                   assunte

Status                             Condizione giuridicamente rilevante

| << |  <  |