Autore Claudia Consoli
Titolo Quando i libri vanno in rete
EdizioneBibliografica, Milano, 2014, i libri di Wuz , pag. 118, ill., cop.fle., dim. 10,4x17x0,9 cm , Isbn 978-88-7075-773-6
LettoreGiovanna Bacci, 2014
Classe libri , informatica: reti , informatica: sociologia









 

| << |  <  |  >  | >> |

Indice


INTRODUZIONE                                              5

            PRIMA SEZIONE: I DESTINATARI                  9

1.  LO SCRITTORE                                         13

    * Definisci i tuoi obiettivi                         13
    * Chi trova un "amico" trova un tesoro               14
    * Dialoga, dialoga, dialoga                          15
    * Niente spam, grazie                                16

2.  L'EDITORE                                            19

    * Promuovi conversando e conversa promuovendo        20
    * A ciascuno il suo                                  21
    * Parole e immagini                                  22
    * Incontrarsi in rete                                22

3.  IL LETTORE LIT BLOGGER                               28

    * Cerca le (buone) notizie                           28
    * ... e poi condividile!                             29
    * Passione antica ma modo nuovo                      30
    * Blog is the answer                                 31

4.  IL BIBLIOTECARIO                                     37

    * Povero sapere, chiuso tra gli scaffali             38
    * Un'immagine vale più di mille parole               38
    * Un libro al giorno toglie il medico di torno       39
    * Aggregazione e dialogo                             39

5.  IL LIBRAIO                                           45

    * Dalla stanza fisica a quella virtuale              45
    * Sentire non è ascoltare                            46
    * Quando la festa è in rete                          47

            SECONDA PARTE: GLI STRUMENTI                 55

1.  FACEBOOK                                             57

    * Una recensione non si nega a nessuno               58
    * Citazione, mon amour                               59
    * L'informazione è diffusione                        60
    * Giocando si impara                                 61
    * Voci d'autore                                      61

2.  TWITTER                                              63

    * Ti tweetto un romanzo                              65
    * Ti riscrivo un capolavoro                          66
    * Libri a forma di #hashtag                          69
    * Se l'evento va su Twitter                          71
    * It's Twitter time!                                 72

3.  GOOGLE+                                              73

    * Dimmi le tue cerchie e ti dirò chi sei             73
    * Natale con i tuoi, community con chi vuoi          74
    * Ci vediamo in hangout                              76

4.  PINTEREST                                            78

    * Pin - Cover: copertine che passione!               79
    * Pin - Quote: ogni giorno ha la sua citazione       80
    * Pin - Bookshelves: le più belle biblioteche
      a portata di click                                 81
    * Non solo libri                                     82
    * Pin to Win                                         84

5.  INSTAGRAM                                            86

    * Behind the scenes                                  87
    * Events & Readers                                   89
    * Leggi, tagga, gioca!                               90

6.  WHIMS                                                92

7.  TUMBLR                                               94

8.  YOUTUBE                                              99
    * Non eri presente? Ci pensa un video a raccontarti
      l'evento                                           99
    * Libri a scuola di recitazione                     100
    * L'autore ci mette la faccia                       101
    * L'editor ci mette la faccia                       102

READING & WRITING COMMUNITIES                           103

1.  SCRIBD                                              103
2.  WATTPAD                                             106
3.  20 LINES                                            107

SOCIAL NETWORK LETTERARI                                110
HI E LE NUOVE DIREZIONI DI STORYTELLING                 113


 

 

| << |  <  |  >  | >> |

Pagina 5

INTRODUZIONE


C'era un tempo in cui le idee, nate nelle menti degli scrittori, vivevano sotto forma di fogli sparsi e sporchi di inchiostro sulle loro scrivanie. Per mesi - a volte anni - attendevano immobili il giorno in cui finalmente sarebbero arrivate nelle mani di uno stampatore o di un editore che pazientemente avrebbe letto, corretto e sistemato.

Trasformate in segni tipografici e per sempre fissate su carta, le idee erano pronte a circolare; sapevano che il viaggio sarebbe stato lungo e imprevedibile e che avrebbe potuto condurle anche nell'angolo più remoto del mondo. Ma un'avventura più grande le aspettava: entrare nell'animo e nell'intelletto dei lettori più diversi sotto forma di libri. Appoggiati su un tavolo o adagiati su un morbido divano, sfogliati svogliatamente o ricoperti di note appassionate, regalati, prestati (o anche rubati!), trasportati dentro borse e cartelle stracolme o portati con cura sottobraccio, letti sotto le coperte alla luce fioca di una lampada da notte o nel caos diurno di una via cittadina... la loro vita insieme al lettore era ormai cominciata.

arrivato, in seguito, un tempo in cui le idee vivono sotto forma di caratteri sulla pagina bianca di un programma di videoscrittura. La loro esistenza si è fatta più frenetica: copiate, incollate, spostate, continuamente cancellate o modificate nel corpo, nel colore, nello stile... per le povere idee ogni giorno è una prova stressante, nella speranza che lo scrittore o l'editor non premano il tasto CANC.

Una volta superato tutto questo, alcune idee vengono fissate su carta con l'inchiostro tradizionale, ad altre è destinato l'inchiostro elettronico. Nascerà comunque un libro. Sembrerebbe finita qui, ma la parte più ardua del loro percorso deve ancora iniziare: devono andare in rete.

Ho provato a esplorare il destino dei libri di oggi, catapultati nella realtà psichedelica dei codici e dei link, commentati sui social network, allegati nelle mail e scambiati come file, fatti a pezzettini per prenderne le citazioni più belle e spostarle chissà dove, inseriti dentro scaffali virtuali.

Grazie alla rete i libri possono arrivare dove prima non avrebbero potuto, acquistano significati nuovi entrando in rapporto con la musica, la fotografia, i film. Non diventano più proprietà di un solo lettore ma di una molteplicità di lettori contemporaneamente.

Quando i libri vanno in rete hanno il diritto di essere accompagnati adeguatamente, perché non sono solo insiemi di caratteri, sono aggregati di idee. Questo volume vuole essere una breve guida per tutti coloro che amano i libri e che lavorano per loro come autori, editori, librai, bibliotecari, blogger. Dentro troverete piccoli consigli per parlare di libri sulla rete e sui social media in modo originale e consapevole. Non troverete verità assolute, poiché ogni lettore ha la possibilità di trovare un linguaggio, un tono, una parola che sia sua e che lo contraddistingua in un mondo che molti giudicano il regno dell'indifferenziato ma che, al contrario, rappresenta spesso uno spazio e un'opportunità perché nasca e si sviluppi la creatività.

Portare i libri sui social media è un'avventura anche per noi, e non è difficile trasmettere nella maniera più efficace la nostra passione per la letteratura attraverso un post, uno status, un commento, un cinguettio o una semplice immagine. In una realtà che è diventata sempre più multimediale e interattiva si può regalare ai libri una nuova vita "social".

Questo volumetto è una raccolta di spunti che nasce dalle mie due grandi passioni: i libri e il web. "Perché non vedere cosa succede oggi quando i libri vanno in rete?", mi sono chiesta.

Ecco, il nostro viaggio comincia adesso.

| << |  <  |