Copertina
Autore Helene Hanff
Titolo 84, Charing Cross Road
EdizioneEditori Associati, Milano, 1991 [1987], Tea Due 62 , Isbn 978-88-7819-188-4
Originale84, Charing Cross Road [1970]
CuratoreMarina Premoli
LettoreRenato di Stefano, 1991
Classe libri
PrimaPagina


per l'acquisto su IBS.IT

per l'acquisto su BOL.IT

per l'acquisto su AMAZON.IT

 

| << |  <  |  >  | >> |

Pagina 5

                          14 East 95th St.
                          New York City
                          5 ottobre 1949

Marks & Co.
84, Charing Cross Road
London, W.C.2
England
Gentili Signori,

leggo dalla vostra inserzione sul Saturday Review of Literature che siete specializzati in libri fuori stampa. L'intestazione «librai antiquari» mi spaventa un poco, perché per me «antico» equivale a dispendioso. Sono una scrittrice senza soldi che ama i libri d'antiquariato, ma da queste parti è impossibile reperire le opere che desidererei avere se non in edizioni molto costose e rare, o in copie scolastiche, sudicie e scribacchiate, della libreria Barnes & Noble.

Allego un elenco delle mie necessità più pressanti. Se aveste qualche copia usata decente di uno qualsiasi dei libri in elenco, a non più di $5.00 l'uno, vi prego di considerare questa mia un ordine d'acquisto e di inviarmeli.

Con i più cordiali saluti

Helene Hanff

| << |  <  |  >  | >> |

Pagina 31

                          14 East 95th St.
                          New York City
                          16 aprile 1951
A tutti gli amici dell'84, Charing Cross Road,

grazie per il magnifico libro. Non ne avevo mai posseduto uno con le pagine tutte bordate in oro prima d'ora. Ci credereste che è arrivato per il mio compleanno?

Avrei desiderato che non foste stati così supercortesi da mandarmi la dedica su un bigliettino a parte invece che scriverla direttamente sul libro. l'animo del libraio che spunta fuori in tutti voi, eravate preoccupati che sminuisse il valore del libro. E invece per l'attuale proprietaria lo avrebbe accresciuto. (E probabibnente anche per i futuri proprietari. Amo le dediche sulla prima pagina e le note a margine, mi piace il sentimento fraterno che si prova sfogliando pagine che qualcun altro ha già sfogliato. Leggendo passaggi che qualcun altro, magari da tempo scomparso, ha voluto segnalare alla mia attenzione.)

E perché non avete firmato con i vostri nomi? Immagino che non ve lo avrà pennesso Frank, probabihnente non vuole che io scriva lettere d'amore ad altri che a lui.

Vi invio i saluti dall'America - perfida amica qual è, che versa milioni di dollari per la ricostruzione del Giappone e della Germania mentre lascia che l'Inghilterra muoia di fame. Un giorno o l'altro, a Dio piacendo, verrò lì, e mi scuserò personalmente per le colpe del mio paese (che, a sua volta, per quando ritornerò a casa dovrà certamente scusarsi per le mie di colpe).

Grazie ancora per il libro stupendo, farò di tutto per non rovesciarci sopra del gin e non farci cadere la cenere, è veramente troppo delicato per tipi come me.

Vostra

Helene Hanff

| << |  <  |  >  | >> |

Pagina 51

                          14 East 95th St.
                          New York City
                          3 marzo 1952
Evviva! Dio la benedica per quelle Vite di Walton. incredibile come un libro pubblicato nel 1840 possa essere ancora in così buono stato più di cent'anni dopo. Che pagine stupende, calde, tutte tagliate irregolarmente, ho sentito subito una grande simpatia per il povero William T. Gordon che ci ha scritto sopra il suo nome nel 1841, che massa di discendenti sciagurati che si è ritrovato - per essersi rivenduti questo libro a voi per quattro soldi, senza alcun problema. Ragazzi! mi sarebbe proprio piaciuto correre a piedi nudi per la LORO biblioteca prima che la vendessero.

un libro affascinante da leggere, lo sapeva che John Donne se ne fuggì con la nobile figlia del capo e che per questo fu trascinato nella Torre di Londra e lì deperì, deperì, e INFINE si converti alla fede? parola d'onore!

Ora senta, allego una banconota da 5 dollari vedendo queste Vite, mi sono resa conto che il mio Angler è proprio brutto, lo avevo acquistato qui prima di incontrarla. una di quelle edizioni americane di Classici-per-le-Masse con copertina rigida, Izaak le odia, dice che non intende andarsene in giro conciato COSI' per sempre, ecco usi per favore i $ 2.50 in più per un bel Angler inglese.

farà meglio a non prendermi sotto gamba, se Ellery viene rinnovato verrò da quelle parti nel '53. mi arrampicherò con quella scala vittoriana fino ai suoi libri e turberò la polvere degli scaffali più alti oltreché la buona creanza di tutti. Forse non le ho ancora mai detto che scrivo romanzi polizieschi con pretese artistiche per Ellery Queen alla televisione. Tutte le mie storie hanno sfondi artistici - balletti, sale da concerto, opere - e sia i possibili assassini, sia le loro vittime sono persone colte. forse ne scriverò uno sul commercio di libri rari in suo onore, vuole essere l'assassino o il morto?

HH

| << |  <  |