Copertina
Autore Alessandro Paronuzzi
Titolo 007 licenza di ridere
SottotitoloLe migliori battute dei film di James Bond
EdizioneNuovi Equilibri, Viterbo, 2008, 1 euro , pag. 30, cop.fle., dim. 10,5x14,2x0,2 cm , Isbn 978-88-6222-048-4
CuratoreAlessandro Paronuzzi
LettoreFlo Bertelli, 2008
Classe cinema , gialli , umorismo
PrimaPagina


al sito dell'editore


per l'acquisto su IBS.IT

per l'acquisto su BOL.IT

per l'acquisto su AMAZON.IT

 

| << |  <  |  >  | >> |

Pagina 3


    Sei in ritardo, 007
    Ero in bagno...
    C'è da salvare il mondo: vieni?

    (Goldeneye)
Il 2008 è un anno importante, per tutti noi bondgustai: ricorre infatti il centenario della nascita di Ian Fleming (1908-1964), il creatore dell'agente segreto più famoso nel mondo. L'Imperial War Museum di Londra ha onorato la ricorrenza con una mostra dedicata allo scrittore; le poste inglesi l'hanno ricordato con una gustosa serie filatelica; nelle librerie è disponibile l'ultimo romanzo, Non c'è tempo per morire a opera di Sebastian Faulks; lo scrittore autorizzato dagli eredi a proseguire la saga; nelle sale cinematografiche, infine, viene distribuito l'atteso film Quantum of Solace con Daniel Craig, che nei panni dell'agente segreto è riuscito nell'ardua impresa di dare nuovo smalto al personaggio, portato per la prima volta sugli schermi nell'ormai lontano 1962 da un indimenticabile Sean Connery.

007 licenza di ridere vuole dare un modesto ma sapido contributo a questo anno 'bondiano', raccogliendo le più divertenti battute che l'agente segreto ha saputo disseminare nelle oltre venti pellicole che lo hanno visto protagonista di memorabili imprese, a partire dalla più celebre di tutte: "Bond. James Bond", con la quale ha esordito in Licenza di uccidere. Sarebbe stata solo la prima di una lunga serie...

Buon divertimento.

Alessandro Paronuzzi

| << |  <  |  >  | >> |

Pagina 6

JAMES BOND E I CATTIVI


Incontro con il mitico dr. No (Joseph Wiseman) e le sue mani d'acciaio:

Le chiedo scusa, mister Bond, se non posso stringerle la mano.

(Licenza di uccidere)


Ancora uno scambio di battute tra il dottor No e l'agente segreto:

Stavate ammirando il mio acquario...

Sì, è imponente.

Una rara opera di ingegneria. L'ho progettato io stesso. Il vetro è convesso, spesso 30 centimetri, il che spiega l'effetto d'ingrandimento.

Sardine che si atteggiano a balene. Come lei in quest'isola, dottor No.

Dipende, signor Bond, da quale parte del vetro lei si trovi...

(Licenza di uccidere)


Il capo della SPECTRE Blofeld, mentre segue l'agonia di un sicario che ha fallito il suo mandato:

Dodici secondi ...un giorno dovremo inventare un veleno più rapido.

(Dalla Russia con amore)


Ancora Ernst Stavro Blofeld (Donald Pleasence), il gelido capo della SPECTRE:

Mi avevano detto che lei era stato assassinato a Hong Kong...

Sì: questa è la mia seconda vita!

Si vive solo due volte, signor Bond.

(Si vive solo due volte)


James Bond e Goldfinger (Gert Froebe):

Scelga bene le sue battute di spirito, signor Bond, potrebbero essere le ultime.

Lei si aspetta che io parli?

No: io mi aspetto che lei muoia, signor Bond!

(Goldfinger)


Bond e una vittima designata:

Adesso vorrei andare.

Beh, prima o poi ce ne andiamo tutti.

(Goldfinger)


Bond e Mr. Largo (Adolfo Celi):

Questo fucile è più adatto a una donna.

Si intende di fucili, signor Bond?

No, mi intendo un po' di donne...

(Thunderball)

| << |  <  |  >  | >> |

Pagina 10

JAMES BOND E LE DONNE

Indimenticabile incontro sulla spiaggia con il bikini bianco di Honey (Ursula Andress al suo meglio):

Anche lei è qui per le conchiglie?

No, sono qui per il panorama.

(Licenza di uccidere)


A lei piace vivere pericolosamente, si vede subito.

Che intende dire?

Se gira con i capelli bagnati, morirà di polmonite!

(Licenza di uccidere)


Sono libera, questo pomeriggio.

Che coincidenza: anch'io! Perché non mi accompagna in giro?

Cosa dovrei rispondere quando un estraneo fa un invito simile?

Risponda sì.

Io risponderei: forse...

Alle tre al mio albergo forse?

Sì. Forse.

(Licenza di uccidere)


Bond e Tatiana Romanova (l'italiana Daniela Bianchi):

Sei una delle più belle ragazze che abbia mai visto!

Grazie, ma credo di avere la bocca troppo grande.

No, è della misura giusta per quanto mi riguarda.

(Dalla Russia con amore)


La mitica Pussy Galore (Honor Blackman) al primo approccio con l'agente segreto:

Rinfoderi pure il suo fascino, sono immune.

(Goldfinger)

| << |  <  |