Copertina
Autore Georges Perec
Titolo L'arte e la maniera di affrontare il proprio capo per chiedergli un aumento
EdizioneEinaudi, Torino, 2010, L'Arcipelago 161 , pag. 70, cop.fle., dim. 12,3x18,2x0,7 cm , Isbn 978-88-06-20021-3
OriginaleL'art et la manière d'aborder son chef de service pour lui demander une augmentation
EdizioneHachette, Paris, 2008 [1968]
TraduttoreEmanuelle Caillat
LettoreRenato di Stefano, 2010
Classe narrativa francese
PrimaPagina


al sito dell'editore


per l'acquisto su IBS.IT

per l'acquisto su BOL.IT

per l'acquisto su AMAZON.IT

 

| << |  <  |  >  | >> |

Pagina 3

Dopo avere riflettuto a lungo dopo aver preso il coraggio a due mani ti decidi ad andare dal tuo capoufficio per chiedergli un aumento e cosí vai dal tuo capoufficio diciamo per semplificare perché bisogna sempre semplificare che si chiama monsieur xavier cioè monsieur o meglio mr x cosí vai da mr x e qui delle due l'una o mr x è in ufficio o mr x non è in ufficio se mr x fosse in ufficio apparentemente non ci sarebbe nessun problema ma ovviamente mr x non è in ufficio e cosí ti rimane solo una cosa da fare appostarti nel corridoio in attesa del suo ritorno o arrivo ma supponiamo non che non arrivi perché in quel caso ti rimarrebbe un'unica soluzione tornare in ufficio e aspettare il pomeriggio o il giorno dopo per provarci di nuovo supponiamo invece che lui tardi a rientrare fatto che si verifica tutti i giorni in quel caso piuttosto che continuare a camminare su e giú per il corridoio la cosa migliore da fare è andare a trovare la tua collega mademoiselle y che per dare un tocco d'umanità alla nostra arida dimostrazione chiameremo d'ora in poi mlle yolande ma delle due l'una o mlle yolande è in ufficio o mlle yolande non è in ufficio se mlle yolande è in ufficio in teoria non c'è nessun problema ma supponiamo che mlle yolande non sia in ufficio in quel caso dato che non hai voglia di continuare a camminare su e giú per il corridoio appostarti in attesa dell'ipotetico ritorno o eventuale arrivo di mr x ti si prospetta un'unica soluzione fare il giro dei diversi settori che insieme costituiscono l'intera o parte dell'organizzazione che ti dà lavoro poi tornare da mr x sperando che questa volta sia arrivato orbene delle due l'una o mr x è in ufficio o mr x non è in ufficio ammettiamo che non ci sia devi dunque appostarti in attesa del suo ritorno o arrivo camminando su e giú per il corridoio sí ma supponiamo che tardi ad arrivare in quel caso vai a vedere se mlle yolande è in ufficio delle due l'una o c'è o non c'è se non c'è la cosa migliore da fare è il giro dei diversi settori che insieme costituiscono l'intera o parte dell'organizzazione che ti dà lavoro ma supponiamo invece che ci sia in ufficio mlle yolande in quel caso delle due l'una o mlle yolande è di buon umore o mlle yolande non è di buon umore supponiamo per cominciare che mlle yolande non sia ma proprio per niente di buon umore in quel caso non ti scoraggiare e fai il giro dei diversi settori che insieme costituiscono l'intera o parte dell'organizzazione che ti dà lavoro poi torna da mr x sperando che sia arrivato orbene delle due l'una o mr x è in ufficio o mr x non è in ufficio ma tu mica sei in ufficio allora perché vuoi che mr x sia nel suo magari lui è nel tuo di ufficio con l'intenzione di darti una strigliata appena torni o magari sta camminando su e giú davanti all'ufficio del suo di capo che si chiama zosthène e che d'ora in poi per convenzione chiameremo mr z quindi mr x non è in ufficio e di conseguenza te ne stai appostato in attesa del suo ritorno o arrivo camminando su e giú per il corridoio adiacente al suo ufficio è molto probabile che passi un certo lasso di tempo prima che mr x arrivi o ritorni quindi per ammazzare la noia che la tua monotona deambulazione rischia di provocare ti consigliamo di andare a chiacchierare un attimo con la tua collega mlle yolande ovviamente a condizione non solo che mlle yolande sia in ufficio se non c'è ti rimane una sola alternativa andare a fare il giro dei diversi settori che insieme costituiscono l'intera o parte dell'organizzazione che ti dà lavoro a meno di tornare nel tuo ufficio ad aspettare tempi piú propizi ma anche che sia di buon umore se mlle yolande è in ufficio ma non è di buon umore vai a fare il giro dei diversi settori che insieme costituiscono l'intera o parte dell'organizzazione che ti dà lavoro ma supponiamo invece per semplificare perché bisogna sempre semplificare che mlle yolande sia al contempo in ufficio e di buon umore in quel caso entri da mlle yolande e scambi due paroline con lei comunque sia dopo un po' di tempo delle due l'una o vedrai mr x che entra o rientra in ufficio oppure non vedrai mr x che entra o rientra in ufficio consideriamo l'eventualità piú verosimile ovverosia che non vedi mr x per la semplice ragione che mr x non torna eliminiamo cioè l'ipotesi disastrosa per la nostra dimostrazione di un arrivo o ritorno di mr x non visto da te intento come sei a conversare con mlle yolande in quel caso devi proseguire la conversazione con mlle yolande a meno che disgraziatamente la conversazione non metta mlle yolande di cattivo umore se quest'ultima eventualità si verificasse non ti rimarrebbe che fare di nuovo il giro dei diversi settori che insieme costituiscono l'intera o parte dell'organizzazione che ti dà lavoro poi rientrare pensoso nel tuo ufficio aspettando giorni migliori ma arriverà pure il momento in cui conversando con mlle yolande vedrai passare mr x che entra o rientra in ufficio allora dovrai agire con tatto e rapidità e trovare una buona scusa per uscire dall'ufficio di mlle yolande altrimenti rischieresti di offenderla e la prossima volta non ti lascerà scambiare due paroline con lei costringendoti cosí a fare e a rifare il giro dei diversi settori che insieme costituiscono l'intera o parte dell'organizzazione che ti dà lavoro giri che alla lunga finiranno per insospettire e indisporre forse persino il tuo capoufficio e questo ovviamente non è lo scopo che ti sei prefissato quindi trovi una buona scusa per uscire ad esempio devo cambiare il disco orario o temo di avere ingoiato una lisca a pranzo oppure mi dispiace ma devo andare a farmi vaccinare contro il morbillo e vai da mr x con tutte le ragioni di credere che avendolo appena visto passare mr x adesso è proprio in ufficio supporremo per semplificare perché bisogna sempre semplificare che effettivamente mr x sia in ufficio ma non bisogna mai dimenticare che come disse Ionesco quando suonano alla porta a volte c'è qualcuno e a volte non c'è nessuno e la verità sta nel mezzo come sanno tutti quindi mr x è in ufficio e siccome mr x è il tuo superiore gerarchico prima d'entrare bussi poi aspetti una risposta ovviamente delle due l'una o mr x alza la testa o mr x non alza la testa se alza la testa ciò significa che perlomeno lui ha percepito il tuo richiamo e che ha intenzione di risponderti o in maniera affermativa o in maniera negativa alternativa che non tarderà a palesarsi e che allora potremo analizzare [...]

| << |  <  |  >  | >> |

Pagina 24

[...] oppure infine facendo il giro dei diversi settori che insieme costituiscono l'intera o parte dell'azienda con la quale tu sbagli a identificarti casomai controlla il menu del pranzo e vatti a vaccinare contro il morbillo poi ritorna con il cuore colmo di speranza davanti all'ufficio di mr x supporremo per semplificare perché bisogna sempre semplificare che mr x sia in ufficio che alzi la testa quando tu bussi che ti faccia cenno di entrare ma continui a non farti accomodare quindi gli chiedi se una delle sue figlie ha il morbillo lui ti risponde di no se due delle sue figlie hanno il morbillo lui ti risponde di no in un certo senso la risposta è giusta ma potrebbe anche celare una verità peggiore e cioè che tre delle sue figlie hanno il morbillo chiediglielo apertamente se il tuo capoufficio risponde che sí tre delle sue figlie hanno il morbillo esci precipitosamente non serve nemmeno trovare una scusa qualsiasi avverti il servizio di secondo soccorso e il servizio di primo soccorso fai rinchiudere il tuo capoufficio e cosí pure tutto l'ufficio e anche gli uffici vicini per quaranta giorni lavorativi e pure tu mettiti in isolamento nel 1966 su 18931 casi dichiarati di morbillo 109 risultarono mortali ti rimangono comunque parecchie possibilità circa il 99,5% il morbillo è una febbre eruttiva contagiosa ed epidemica caratterizzata da una leggera flogosi cutanea o per meglio dire da un esantema formato da piccole macchie rosse leggermente in rilievo sulla pelle è preceduta e accompagnata da febbre coriza angina lacrimazione e tosse le principali complicazioni sono la broncopolmonite le laringiti e le encefaliti si cura efficacemente con sulfamidici o penicillina meglio beccarsi quello piuttosto che la scarlattina dopo quaranta giorni potrai sempre rivolgerti al consulente legale dell'azienda per chiedergli un risarcimento danni se il consulente legale non è in ufficio lo puoi aspettare nel corridoio oppure puoi andare a scambiare due chiacchiere con mlle hermeline a condizione che lei sia in ufficio e che sia di buon umore oppure fai il giro dei diversi settori che insieme costituiscono l'intera o parte dell'azienda che difende gli interessi dell'azienda che ti dà lavoro tuttavia sarà bene prendere in considerazione malgrado il ben noto carattere contagioso della malattia sopra descritta che la presenza simultanea di tre morbilli in seno alla stessa famiglia costituisce un evento sufficientemente eccezionale perché il capo della suddetta che è allo stesso tempo il tuo capoufficio se ne accorga in tempo per prendere tutte le misure necessarie al benessere collettivo dell'azienda che dà lavoro anche a lui e di conseguenza è probabile che per una volta ti risponda di no tre delle sue figlie non hanno il morbillo certo ciò che è vero per tre non lo è necessariamente per quattro e si sa che il morbillo ha un certo tempo di incubazione e può darsi che il quarto rampollo del tuo superiore lo stia covando da cui la preoccupazione paterna che gli fa persino dimenticare di farti accomodare informati quindi sulla salute della piú piccola se ti rispondono che desta qualche preoccupazione aspetta una conferma prima di agire se si tratta proprio di morbillo prima o poi si saprà e tutto sommato arrivati a questo punto non puoi piú dire che sei a un punto morto se al contrario il tuo capoufficio ti risponde che non c'è nessun rischio di morbillo all'orizzonte evita di approfondire la cosa perché finirai per fare nascere dei sospetti nell'animo ancorché puro del tuo capoufficio considera invece che alla fine di tutto l'iter sanitario ti sei dimostrato sufficientemente attento nei confronti della persona medesima del tuo capoufficio e nei confronti di ciò che legittimamente dovrebbe stargli piú a cuore per guadagnarti il diritto di accomodarti anche se non ti ci hanno espressamente invitato in altre parole o fai come se ti avesse invitato ad accomodarti quando sei entrato e ti siedi oppure rimanendo in piedi fai come se fossi seduto e cominci a parlare del problema che ti assilla eccoti quindi arrivato a un istante che può essere definito cruciale smettila di grattarti rilassati fai un bel respiro ricordati che non occorre sperare per intraprendere né riuscire per perseverare esponi apertamente il tuo problema sai bene che la cosa che ti spinge qui è solo una storia di quattrini guadagni 750 franchi al mese e vorresti guadagnarne 7500 sai bene che sarà un po' difficile saresti disposto a scendere a 785 franchi al mese piú un premio annuo che vorresti equivalente a 40 giorni lavorativi per pagare le spese di incubazione sai anche che il tuo capoufficio ha intuito il tuo piano e sa perché te ne stai davanti a lui a rosicchiarti in modo ossessivo le unghie cercando le parole giuste tu sai che lui sa e lui sa che tu sai che lui sapeva che tu hai saputo che lui avrebbe saputo che tu saprai in altre parole hai la netta sensazione che sarebbe delicato maldestro pericoloso affrontare la questione di punto in bianco bisognerebbe trovare un pretesto bisognerebbe convincerlo il tuo capoufficio che te lo meriti l'aumento per esempio potresti suggerirgli un'idea che potrebbe essere utilizzata a vantaggio dell'azienda alla quale devi tutto hai riflettuto sulla situazione internazionale la concorrenza si fa piú spietata con l'abbassamento delle spese di dogana e l'applicazione di quei maledetti accordi di Roma sul Mercato Comune tra un mese come faremo a vendere lo sviluppo sei tu partecipiamo partecipiamo qualcosa rimarrà senz'altro piú si produce meno velocemente meno si consuma piú lentamente e viceversa et caetera quindi ma il tuo capoufficio che vede dove vuoi arrivare ti ferma chiedendoti se si tratta di una questione T60 delle due l'una o si tratta di una questione T60 o non si tratta di una questione T60 ma tu non sai cos'è una questione T60 e io purtroppo non ti posso aiutare non sapendolo neppure io quindi rispondi a caso e ovviamente rispondi che si tratta effettivamente di una questione T60 ma allora esclama il tuo capoufficio scoppiando in una risata un bel po' sardonica ma se si tratta di una questione T60 la cosa non rientra nelle mie mansioni vada al reparto AD4 che è l'unico idoneo non ti rimane che alzarti ringraziare il capoufficio per l'ottimo consiglio e andare a cercare il reparto AD4 che ovviamente non riuscirai a trovare meditando sulla tua sfortuna e un po' tardi giurando di non cascarci piú vagherai quindi di reparto in reparto poi tornerai dal tuo capoufficio ovviamente bisognerebbe intanto che ci fosse il capoufficio se non c'è aspetta il suo ritorno nel corridoio se tarda vai a trovare mlle yolande sempre che mlle yolande ci sia in ufficio e che inoltre non sia troppo di cattivo umore ma adesso è abituata a vederti quindi se c'è a priori non ha motivo di cacciarti via altrimenti farai il giro dei diversi settori che insieme costituiscono l'intera o parte della vasta organizzazione in cui perdi la maggior parte del tempo casomai chiedi un po' in giro se c'è qualcuno interessato a una questione T60 [...]

| << |  <  |  >  | >> |

Pagina 65

Nel marzo 1981, Georges Perec risponde al famoso questionario di Marcel Proust propostogli da uno studente che prepara una tesi sulla sua opera. Alla domanda «Quello che vorrei essere», Perec risponde: «Uomo di lettere». Utilizzerà spesso questa formula che gli sta a cuore, precisando il senso che intende darle: «Un uomo di lettere è un uomo il cui mestiere sono le lettere dell'alfabeto». Ma si potrebbe anche definire Georges Perec come l'uomo dei paradossi e delle sfide: fare concorrenza ai vocabolari; scrivere un testo senza la E; o senza nessun'altra vocale a parte la E, o la A; o interamente palindromo; avere utilizzato tutti i termini della lingua francese; fare l'inventario degli alimenti liquidi e solidi ingurgitati nel corso dell'anno mille novecento settantaquattro; interessarsi non allo straordinario quanto all'infraordinario; descrivere per diverse ore quello che accade all'incrocio Mabillon. Ecco alcuni dei compiti che Perec si era prefissato e che definiva spesso Tentativi. » chiaro che L'arte e la maniera di affrontare il proprio capo per chiedergli un aumento appartiene a questa categoria di testi limite. Lo abbiamo già visto: con l'articolo per «L'Enseignement programmé», Perec sperava di «arrivare a un testo [...] assolutamente illeggibile». Per una volta, sembra proprio che «l'uomo di lettere» non abbia davvero raggiunto i suoi scopi, almeno lo speriamo.

Come gli è capitato spesso di fare per il suo articolo, Perec manipola allegramente la variazione nell'identità. » notorio: uno dei principÓ dell'estetica perechiana consisteva nel non scrivere mai lo stesso tipo di testo. Contrariamente a ciò che una lettura affrettata potrebbe lasciare pensare, questo principio di non-ripetizione è qui perfettamente rispettato. L'interesse di questo testo non risiede ovviamente nelle avventure o disavventure di Monsieur Xavier, il capoufficio, o negli stati d'animo di Mademoiselle Y, anche se Perec «per dare piú umanità alla [sua ] arida dimostrazione» la chiama «Mlle Yolande», o in quelli di Zosthène, il capoufficio del capoufficio stesso. Agli appassionati di peripezie suggerisco La vita istruzioni per l'uso in cui troveranno, nel capitolo 98, assieme alla storia dei Réol, «la giovane coppia che acquistò una camera da letto», un'ulteriore versione romanzata, e questa volta decisamente romanzesca, de L'aumento. L'interesse principale dell'articolo di Perec mi pare risieda in realtà nelle infime variazioni che toccano alcune espressioni, le quali, a uno sguardo piú attento, sono solo apparentemente simili.

| << |  <  |