Copertina
Autore Josep M. Vallès
Titolo Ortobimbo
SottotitoloL'orto urbano dei bambini
EdizioneNuovi Equilibri, Viterbo, 2011, Ecoalfabeto , pag. 64, ill., cop.fle., dim. 15x19x0,5 cm , Isbn 978-88-6222-182-5
OriginaleLa meva primera guia de l'hort urbà [2009]
TraduttoreChiara Bombardi
LettoreDavide Allodi, 2011
Classe bambini , natura
PrimaPagina


al sito dell'editore


per l'acquisto su IBS.IT

per l'acquisto su BOL.IT

per l'acquisto su AMAZON.IT

 

| << |  <  |  >  | >> |

Indice


Prima di iniziare
Introduzione al mestiere del coltivatore
Dieci consigli per realizzare un orto urbano
Come funziona una pianta
Occorrente per realizzare un orto urbano
L'orto
Dove lo puoi realizzare
L'innaffiatura
La concimazione
Coltivare
Calendario dei lavori dell'orto
Calendario delle coltivazioni
Associare le coltivazioni
Parassiti e malattie
Gli ortaggi
Diario del coltivatore
 

 

| << |  <  |  >  | >> |

Pagina 17

Dove lo puoi realizzare


Per decidere dove mettere l'orto, devi tenere presenti due cose: la luce del sole e l'accesso all'acqua per innaffiare.


La luce del sole

Per un orto è basilare ricevere direttamente la luce del sole. Maggiore è l'insolazione, maggiore sarà l'energia a disposizione delle piante per realizzare la fotosintesi indispensabile per la loro crescita. Dovrai saper scegliere l'angolo della terrazza, del balcone o del cortile maggiormente esposto alla luce, e tenere presente che la luce a mezzogiorno è molto più intensa che al mattino o al pomeriggio.

Se disponi di poche ore di sole, puoi coltivare ortaggi poco esigenti come le fragole, le bietole, le lattughe, gli spinaci, la rucola o la borragine.

Durante i mesi estivi, la luce è tanta e può accadere che i recipienti si surriscaldino e alcuni ortaggi soffrano. Se sulla tua terrazza tira molto vento, lo stress estivo sarà maggiore. In tal caso, può essere molto utile una struttura di protezione che faccia un po' d'ombra.


L'acqua per innaffiare

Sia che si utilizzi un comune innaffiatoio o un irrigatore automatico, è bene non dover andare a prendere l'acqua troppo lontano. Ricorda che l'innaffiatura è l'occupazione che ti porterà via più tempo. Per questa ragione, il rubinetto dell'acqua deve essere vicino al tuo orto.

| << |  <  |  >  | >> |

Pagina 24

Calendario dei lavori dell'orto

Se hai un orto, avrai da fare tutto l'anno. Ecco un calendario con i vari compiti distribuiti secondo le stagioni.


Primavera (da marzo a giugno)

Il giorno è già abbastanza lungo e le temperature sono molto miti. Attento all'irrigazione, ai parassiti e alle erbacce. un periodo di grande attività.

SEMINA Puoi seminare gli ortaggi primaverili: lattughe, rucola, ravanelli, carote, rape, sedani, barbabietole, bietole, aglio, spinaci, piselli e patate.

Quando la primavera è avanzata, e le temperature sono un po' più calde, inizia a seminare gli ortaggi estivi: mais, zucche, meloni, cocomeri e cetrioli.

SEMENZAIO Lattughe, cipolle, sedani, porri e ortaggi estivi in zone senza rischio di gelate o in luoghi protetti.

TRAPIANTO Durante il mese di marzo, trapianta cipolle, porri, cavoli, bietole, lattughe e scarole.

Più avanti, a partire da aprile, puoi trapiantare gli ortaggi estivi. Nelle zone fredde dovrai aspettare un altro po' (fino a maggio).

RACCOLTA Ultime raccolte delle coltivazioni invernali, come cavolfiori, cipolle fresche, cavoli e fave.

Raccolta di lattughe, ravanelli e rucola; alla fine della primavera, inizia a raccogliere i primi pomodori, peperoni o melanzane.


Estate (da giugno a settembre)

Le giornate sono lunghe e le temperature elevate. Le piante crescono molto rapidamente, ma richiedono anche molte attenzioni. L'eccesso di calore può essere dannoso per alcune piante. Attenzione all'innaffiatura, ai parassiti e alle erbacce. il momento di fornire sostegno alle piante rampicanti e potare. Durante il mese di luglio forse dovrai proteggere l'orto, dandogli un po' d'ombra.

SEMINA Semina ortaggi estivi come il mais, le zucche o i meloni. A metà agosto puoi iniziare a seminare ortaggi autunnali come bietole, ravanelli, carote, fave, piselli, spinaci e songino.

SEMENZAIO Alla fine dell'estate, a partire da metà agosto, inizia a preparare il semenzaio per l'autunno: cavoli, cavolfiori, broccoli, bietole, lattughe e scarole.

TRAPIANTO Durante i primi mesi puoi eseguire gli ultimi trapianti di ortaggi estivi: pomodori, peperoni, melanzane, zucchini o cetrioli.

RACCOLTA il grande momento della raccolta: lattughe, rucola, bietole, sedano, cipolle, pomodori, cetrioli, zucchini...


Autunno (da settembre a dicembre)

La stagione è molto variabile. Le giornate sono più corte e ci possono essere giornate di pioggia. All'inizio dell'autunno le temperature sono miti e le piante crescono molto, ma verso la fine, in novembre e dicembre, possono arrivare le prime gelate dell'anno, che danneggeranno gli ortaggi. Attenzione all'innaffiatura, ai parassiti e alle erbacce. Elimina le piante estive che hanno finito il loro ciclo e prepara l'orto per le semine autunnali. Aggiungi compost al terreno.

SEMINA Sfrutta i primi mesi, settembre e ottobre, per seminare piselli, fave, songino, ravanelli, rucola, bietole, carote e spinaci.

SEMENZAIO All'inizio dell'autunno puoi preparare il semenzaio delle lattughe invernali, bietole, cipolle, scarole, cavoli, cavolfiori e barbabietole.

TRAPIANTO Lattughe, porri, cipolle fresche, bietole, cavoli, scarole.

RACCOLTA All'inizio dell'autunno esegui le ultime raccolte estive. Durante l'autunno puoi raccogliere lattughe, ravanelli, rucola, carote, rape e piselli.


Inverno (da dicembre a marzo)

Le temperature sono fredde e le giornate corte; le piante crescono poco. Se vivi lontano dalla costa, possono verificarsi delle gelate che danneggiano le piante. il periodo con meno attività. Bisogna innaffiare poco. Puoi approfittarne per pianificare i lavori di primavera, preparare l'orto e cercare i semi.

SEMINA Puoi seminare solo ortaggi che tollerano il freddo: fave, aglio, piselli, cipolle.

Evita di seminare durante i mesi molto freddi, soprattutto se vivi in zone interne in cui esiste il pericolo di gelate.

SEMENZAIO In un clima temperato puoi preparare un semenzaio protetto di lattughe, cavoli, porri e cipolle.

Alla fine dell'inverno puoi iniziare con il semenzaio degli ortaggi primaverili ed estivi.

TRAPIANTO Non è molto raccomandabile eseguire il trapianto in questo momento.

RACCOLTA Raccogli gli ortaggi seminati in autunno: cavoli, cavolfiori, carote, bietole, rape, barbabietole, porri, cipolle fresche. Se il clima è mite, puoi raccogliere lattughe, scarole, ravanelli, sedani, fave e piselli.

| << |  <  |  >  | >> |

Pagina 42

Patata Solanum tuberosum; inglese: potato

Periodo di coltivazione: Primavera, a partire da febbraio o marzo.

Durata del ciclo: Tra quattro e sei mesi


Varietà: Nell'America del Sud, zona di origine della patata, ce ne sono moltissime varietà, diverse per forma, colore e dimensioni.

In Europa coltiviamo solo patate grandi e con poche occhiature, a polpa gialla o bianca.

Si associa con: Porri, lattughe, ravanelli e fave.

Consigli per la semina: Non si piantano i semi, ma si interra un pezzo di patata o una patata piccola; una patata germogliata crescerà molto in fretta.

Si interra a 10 centimetri di profondità e le piante vanno separate 40 centimetri l'una dall'altra. Puoi iniziare a raccogliere le patate quando vedi che le piante cominciano a seccare.

Malattie e problemi: La dorifora della patata, uno scarabeo a righe gialle e nere, è il parassita più comune di questa pianta, anche se poco abituale negli orti urbani.

Bruchi e afidi possono dare problemi e puoi trovare funghi come la peronospora sulle foglie o sulle radici.

Proprietà e utilizzo: la base di molti piatti della nostra cucina ed è un'ottima fonte di energia, minerali (potassio e magnesio) e vitamine B e C.

| << |  <  |  >  | >> |

Pagina 43

Carota Daucus carota; inglese: carrot

Periodo di coltivazione: Primavera o autunno

Durata del ciclo: Circa tre mesi


Varietà: Per coltivare carote in vaso, si devono utilizzare varietà piccole, coniche o rotonde. Le varietà grandi e cilindriche richiedono fioriere molto profonde.

Si associa con: Aglio, cipolle, piselli, lattughe, pomodori, cetrioli e ravanelli.

Consigli per la semina: Si semina direttamente nell'orto per evitare che durante il trapianto la carota soffra, rimanendo piccola o si deformi. Il seme è piccolissimo e germoglia molto lentamente. Possono passare fino a due settimane prima che comincino a spuntare le prime foglie. Per far germogliare il seme più in fretta, puoi metterlo a bagno qualche ora prima di piantarlo. Si può seminare in file o a spaglio. In quest'ultimo caso, dopo la germinazione elimina le carote in eccesso, lasciando una distanza di 8-10 centimetri fra le piantine.

Malattie e problemi: La larva della mosca della carota scava piccole gallerie nella radice e diverse specie di bruchi mangiano le foglie.

Proprietà e utilizzo: La carota contiene molta vitamina A, ottima per la vista e per la pelle. proprio questa vitamina a darle il suo caratteristico colore. La carota può essere mangiata cruda o cotta, da sola in insalata o come contorno.

| << |  <  |