Copertina
Autore Eliot Van Buskirk
Titolo Music Mania
SottotitoloRegistrazione, ripping, remix e altro ancora!
EdizioneMcGraw-Hill, Milano, 2004 , pag. 272, cop.fle., dim. 170x240x17 mm , Isbn 978-88-386-4357-6
OriginaleBurning Down the House [2003]
Classe musica , informatica: applicazioni
PrimaPagina


al sito dell'editore


per l'acquisto su IBS.IT

per l'acquisto su BOL.IT

per l'acquisto su AMAZON.IT

 

| << |  <  |  >  | >> |

Indice

INTRODUZIONE                                    XI

1  Non è un computer, è una macchina musicale    1

Che cos'è la musica digita1e?                    3
    Gli attributi di un file musicale digitale   4
    Velocità in bit                              7
    Streaming e download                         8
    I codec                                      9
    MP3                                          9
    WMA                                          9
    RealAudio                                   10
    Ogg Vorbis                                  10
    MP3Pro                                      11
    AAC                                         11

2  Ciò che serve (e ciò che non serve)          13

Che cosa serve                                  14
    Il cuore dell'installazione                 14
Il software necessario                          19
    I lettori                                   19
    I ripper                                    20
    I masterizzatori                            21
    Gli editor di forme d'onda                  21
    Gli editor multitraccia                     23
    I sequencer basati sui loop                 23
    Il software per DJ                          24
    Le applicazioni per l'audio digitale dal
        vivo                                    26

3  Copiare un CD                                27

Il masterizzatore cerca un compagno fedele      29
    Il selettore del disco                      31
    I dati dovrebbero essere un carburante a
        bruciatura rapida                       32
    Copiare i CD con Exact Audio Copy           34
    Copiare un CD dati di MP3 o altri motivi
        compressi                               37
Applicare le etichette                          38
    Le etichette per la custodia                38
    Etichettare il CD                           38

4  Eseguire il ripping di un CD                 39

Codificare o non codificare                     40
Il ripping in WAV                               41
    Eseguire il ripping in WAV con EAC          42
    Eseguire il ripping in AIFF con iTunes      47
Il ripping in MP3                               48
    Configurare l'output di EAC in MP3          50
    Installare il codec Lame                    50
    Impostare la velocità in bit                50
Il ripping e la codifica                        51
    Eseguire il ripping in WAV e MP3            53
Verificare gli MP3                              54

5  Scaricare la musica                          55

La via giusta                                   56
    I siti delle band                           56
    Radio Internet e download gratuiti          57
    Nessuna preoccupazione: basta una
        sottoscrizione                          58
Scaricare dalla cosiddetta "area grigia"        60
    I newsgroup: non è tutto rose e fiori       60
    Internet Relay Chat: primitivo ma efficace  61
    I siti FTP proporzionali: sotto il radar    61
    Le reti e i client di condivisione dei file
        P2P                                     63
    La condivisione di file decentralizzata     67
Il futuro del download                          72

6  Registrare e mixare audio dal vivo           73

[...]

7  Masterizzare la compilation perfetta         87

[...]

8  Digitalizzare il vinile                     101

[...]

9  Trasformare le immagini digitali in video
   musicali                                    123

[...]

10 Costruire una libreria di ritmi e campioni  135

[...]

11 Creare un impianto audio wireless           149

[...]

12 Creare la propria compilation da DJ         155

[...]

13 Autoriproduzione e automasterizazione di CD 169

[...]

14 Creare la propria stazione radio Internet   183

[...]

15 Il remix                                    205

[...]

16 Creare un remix mash-up                     237

[...]

A  Considerazioni legali                       251

[...]
Glossario                                      255
Indice analitico                               265

 

 

| << |  <  |  >  | >> |

Pagina XI

Introduzione



    "Gli unici soldi che spendo per creare
    i miei dischi sono per le sigarette e il
    caffè che consumo durante la produzione".
                Norman Cook, alias Fatboy Slim



La tecnologia digitale rappresenta un progresso meraviglioso per chiunque si occupa di musica (artisti, case discografiche, distributori, stazioni radiofoniche e fan) perché ha liberato la musica dagli oggetti che di norma la contengono. In questo modo le persone hanno la possibilità di svolgere molte operazioni nuove con l'audio, molte delle quali avrebbero richiesto una spesa di migliaia di euro dieci anni fa. Ora la musica può essere copiata, remixata e ascoltata in tutto il mondo a un costo ridottissimo. La capacità di suonare uno strumento, leggere la musica o comprendere un tono non è più importante: se si apprezza la musica, tutti i progetti di questo libro saranno alla propria portata. Il software utilizzato per questi progetti è gratuito, tranne che per i progetti più avanzati alla fine del libro. Considerando le capacità musicali di un computer medio, non vi saranno problemi per i musicisti e gli amanti della musica: bisogna considerarsi fortunati.


Una breve storia della registrazione

Nel 1877 Thomas Edison scoprì un modo per premere un ago in un cilindro di cera rotante in modo più o meno intenso a seconda dei suoni nella stanza, creando una spirale con varie profondità. La riproduzione del suono richiedeva solamente di invertire il processo. Una puntina veniva fatta scorrere sui solchi, mentre un semplice "megafono" amplificava la vibrazione risultante fino a replicare il suono originale. I dischi funzionano ancora più o meno allo stesso modo, anche se i dischi in vinile moderni sono più resilienti, facili da distribuire e durevoli rispetto ai loro antenati, grazie ad anni di perfezionamenti.

Come funzionano le cassette

L'invenzione di un supporto di registrazione meno fisico, il nastro, ha facilitato il compito degli ingegneri della registrazione. Il suono cambia le proprietà magnetiche del nastro anziché la sua forma, quindi il metodo rappresenta il suono in modo più accurato di un cilindro di cera. Un segnale elettrico che rappresenta il suono viaggia verso la testina di registrazione del deck, che lascia un grado variabile di magnetismo sul nastro in movimento. Quando una testina di lettura legge le informazioni magnetiche, le ritrasforma in impulsi elettrici, che a loro volta vengono trasmessi agli altoparlanti che riproducono il suono originale. sorprendente che il processo funzioni così bene, considerando il numero di passaggi coinvolti.

Il nastro e il vinile sono entrambi supporti fisici, e come tali sono soggetti a problemi. Questi però sono eliminati dalla digitalizzazione del suono.

L'avvento del digitale

Il successivo, e probabilmente ultimo, formato è la registrazione digitale. Il termine è in un certo senso fuorviante, perché anche utilizzando strumenti digitali si ottiene un output quasi esclusivamente analogico, di tipo elettrico o acustico. Prima che un computer possa gestire il suono, un convertitore analogico-digitale deve convertire i segnali analogici in segnali digitali; una buona scheda audio svolge questa operazione senza aggiungere rumori o distorsioni. Inoltre, non è importante il costo degli altri componenti del computer: è sufficiente che il disco rigido possa girare abbastanza velocemente da intercettare tutti i bit digitali (e quasi sicuramente sarà in grado di farlo).

Una volta registrato il suono come file digitale, non vi sono limiti in termini di modifica di precisione, creazione di una quantità infinita di copie, aggiunta di effetti audio e ogni altro tipo di operazione eseguibile sul suono, a un costo notevolmente ridotto rispetto all'utilizzo di attrezzature analogiche.


Musica e tecnologia: un affare tempestoso

Quando i pianoforti iniziarono ad apparire in bar e ristoranti, nel lontano 1896, i pianisti si contavano sulle dita di una mano. Poi venne la radio, un'altra novità incompresa: intere orchestre facevano di tutto per evitare che la loro musica fosse registrata per le radio: ritenevano che le persone non avrebbero più pagato per ascoltarli dal vivo se avessero potuto ottenere la stessa resa dalle radio, per di più gratis.

Anni dopo, quando le cassette per la prima volta diedero alle persone la possibilità di copiare la musica in modo economico e conveniente, furono le case discografiche ad avere paura: imposero ai produttori una royalty su ogni cassetta venduta e lanciarono una campagna di pubbliche relazioni per combattere la pirateria. Il personal computer è solo un altro componente di questa linea di progressi tecnologici che l'industria del disco ha inizialmente percepito come spaventosi, ma che in realtà hanno rappresentato un grosso passo avanti.

Questo libro aiuterà a capitalizzare le vaste capacità musicali del proprio computer, dando sfogo alla creatività in molte aree. Inoltre, anche se chiunque può completare i progetti di questo libro, i risultati ottenuti da due persone diverse non saranno mai gli stessi.


Che cosa offre questo libro

I capitoli 1 e 2 offrono un background sull'hardware, il software e la terminologia necessaria per i progetti che seguono. I capitoli da 3 a 5 si occupano di attività relativamente semplici, che i principianti devono apprendere prima di andare oltre. Chi sa già come eseguire il ripping, la masterizzazione e il download può comunque dare un'occhiata a questi capitoli, perché può sempre imparare nuovi trucchi. I capitoli da 6 a 9 contengono progetti più avanzati che utilizzano la musica registrata da altre persone. I capitoli 10 e 11 parlano della creazione di campioni per l'utilizzo successivo e l'impostazione di una rete FM wireless nella propria abitazione. Infine, i capitoli da 12 a 16 liberano il genio presente nei lettori in molti modi, creando la propria stazione radio online, apprendendo alcune tecniche di masterizzazione dei CD sorprendenti, eseguendo prestazioni da DJ con un portatile e Visiosonic PCDJ, nonché creando remix e mash-up con Acid di Sonic Foundry.

| << |  <  |