"Prima Pagina" di aprile 2012

<< |  <  |  <>  |  >  | >> ]
Cosa ? What is?
Autori ]   [ Classi ]  

Ricerca ]   [ E-mail ]  
storia
antica
medievale
moderna
contemporanea
d'Italia
storia della
scienza
tecnica
regioni
Campania
Friuli-Venezia Giulia
Lazio
Lombardia
Piemonte
Provenza
Sardegna
Sicilia
Toscana
narrativa
afgana
bengalese
cinese
coreana
giapponese
indiana
pakistana
vietnamita
paesi
Afghanistan
Cina
Giappone
India
Tibet
Vietnam
< promemoria >
5 anni fa >
< 10 anni fa

[ ... per ricevere il memo ... ]
"Prima Pagina" di aprile 2012       [  << |  <  |  <>  |  >  | >> ]







La lettura potrebbe essere l'ultimo comportamento privato che non sia patologico n perseguibile. di certo l'ultimo rifugio dall'epidemia del tempo reale. Perch la corrente della narrativa esonda dagli argini del reale. Il racconto denuda il lettore, tenendolo in un luogo che il tempo non pu raggiungere. Il potere di un libro sta nella sua capacit di cancellarci, di espandersi o contrarsi senza limite, di girarsi intorno senza inizio n fine, di sfidare i nostri orari immaginari e lasciarci spogli per concederci scatti pi essenziali. Le pagine che leggiamo sono un non-tempo, e scorrono molto lontano dalla pubblica arena. Fin tanto che rimaniamo l, l' adesso si rivela la pi audace delle invenzioni.

Richard Powers, "The Paris Review, Il Libro per Aerei, Treni, Ascensori e Sale d'Attesa", Fandango, Roma, 2012