"Prima Pagina" di ottobre 2014

<< |  <  |  <>  |  >  | >> ]
Cosa ? What is?
Autori ]   [ Classi ]  

Ricerca ]   [ E-mail ]  
narrativa
francese
inglese
irlandese
italiana
olandese
portoghese
spagnola
tedesca
natura
mare
montagna
viaggi
sport
salute
scienze
umane
cognitive
antropologia
medicina
psicanalisi
psichiatria
psicologia
arte
cinema
fotografia
fumetti
illustrazione
musica
architettura
musei
cucina
salute
bambini
ragazzi
giochi
libri
5 anni fa >
< 10 anni fa

[ ... per ricevere il memo ... ]
"Prima Pagina" di ottobre 2014       [  << |  <  |  <>  |  >  | >> ]







La perfezione del design del libro cartaceo a questo punto semplice da descrivere: consiste nel fatto che i libri occupano in maniera gelosa il nostro tempo ed escludono distrazioni. Potremmo chiudere praticamente qui il discorso. Vale per la pena di discutere di altre ragioni cognitive per cui non chiaro se sia un bene perdere i libri come li conosciamo oggi. I libri occupano spazio, e lo spazio un buon modo di gestire la memoria. Una buona scaffalatura come un diagramma, permette di pensare perch rinvia visivamente, in un colpo d'occhio, alla moltitudine di cose lette, allevia il pensiero dalla necessit di tenere tutto a mente. vero che non c' pi un angolo libero in casa, ma non neanche male avere una mente grande come un appartamento sempre davanti agli occhi.

Roberto Casati, "Contro il colonialismo digitale", Laterza, Roma-Bari, 2013