"Prima Pagina" di aprile 2017

<< |  <  |  <>  |  >  | >> ]
Cosa ? What is?
Autori ]   [ Classi ]  

Ricerca ]   [ E-mail ]  
scrittura-
-lettura
scuola
semiotica
sensi
sociologia
sport
scienze
naturali
sociali
umane
cognitive
tecniche
improbabili
salute
satira
relativismo
religione
regioni:
Campania
Lombardia
Piemonte
Sicilia
Toscana
Valle d'Aosta
5 anni fa >
< 10 anni fa
15 anni fa >

[ ... per ricevere il memo ... ]
"Prima Pagina" di aprile 2017       [  << |  <  |  <>  |  >  | >> ]







Ogni lettore sa che l'essenza, la qualit fondamentale della lettura, adesso e sempre, il suo tendere verso una fine che non si pu prevedere, verso una non conclusione. Ogni lettura il prolungamento di un'altra, iniziata un pomeriggio di migliaia di anni fa e della quale non sappiamo niente; ogni lettura proietta la sua ombra sulla pagina successiva, fornendole contenuto e contesto. cos che la storia cresce, strato dopo strato, come la pelle della societ la cui storia conservata dall'atto stesso di leggere. Nel dipinto di Carpaccio, Agostino siede, attento come il suo cane, la penna in pugno, il libro che splende come uno schermo, lo sguardo dritto verso la luce, in ascolto. La stanza e gli strumenti cambiano in continuazione, le copertine dei libri sulla mensola si disfano, i testi raccontano storie con voci non ancora nate.

L'attesa continua.

Alberto Manguel, "Il computer di sant'Agostino", Archinto, Milano, 1998